Menu

Ladri sgozzano due capre, fanno fuggire i fagiani e picchiano il mastino

Raid in un'azienda di Santa Margherita d'Adige forse per vendicare un furto sventato dal cane

SANTA MARGHERITA D'ADIGE. Hanno sgozzato due caprette e colpito duramente il cane da guardia, accanendosi poi verso altri animali. E' il macabro bilancio della razzia avvenuta mercoledì notte nell'azienda di Luigi Cogo, in via Canareggio 1. Qui l'artigiano ha una falegnameria e alcuni recinti per animali. «Hanno tranciato la rete dei recinti in tre parti - racconta Cogo - e hanno portato via un montone da 80 chili. Devono essere stati almeno in quattro. Non sono invece riusciti a far uscire dalla stalla una capra di notevoli dimensioni». Si sono quindi accaniti contro due caprette, che potrebbero essere state addirittura sgozzate dai malviventi.

«Quando sono arrivato sul posto, una era ancora agonizzante - continua il falegname - Stava belando in maniera straziante: è stata una scena agghiacciante. Abbiamo dovuto abbatterla». I ladri hanno poi colpito ripetutamente il cane di Cogo, un mastino napoletano, che ha rimediato parecchie fratture al muso. «Hanno quindi liberato i fagiani - continua - e ne sono volati via due». Terminata la propria folle razzia nell'azienda di Cogo, si sono spostati in altri stabili vicini e hanno rubato numerose grondaie in rame. E' stata fatta denuncia ai carabinieri della stazione locale, che hanno fatto partire le indagini.

«Ciò che rende veramente strano il tutto è che la sera prima qualcuno era già stato nella mia azienda - spiega Cogo -. La mattina prima dell'accanimento contro i miei animali ho trovato lunghe tracce di sangue e lo stampo di
una mano insanguinata su un elettrodomestico. Probabilmente il mio cane aveva ferito qualche ladro che si era intrufolato nello stabile e che poi è ritornato per vendicarsi, accanendosi sulle bestie indifese».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro