Menu

Vigodarzere, telecamere memorizzeranno le targhe di tutti i veicoli che entreranno in paese

La banca dati potrà rivelarsi utile ad eventuali indagini. A Cadoneghe risolti in tal modo alcuni casi di scippo. Le telecamere sono costate 130 mila euro

VIGODARZERE. Le targhe dei veicoli che passeranno per Vigodarzere saranno memorizzate da due nuovi occhi elettronici posti agli ingressi del paese. Serviranno a creare una banca dati su auto, furgoni e moto in transito per Vigodarzere. Archivio utile nel caso, ad esempio, che un'auto venisse rubata o le forze dell'ordine fossero a caccia di un veicolo utilizzato in una rapina. Basterà in tal caso digitare la targa ed ecco comparire la foto dei veicolo con l'ora e il giorno in cui si è transitata. Anche se è passata di notte, grazie ai raggi infrarossi.

Un medesimo dispositivo è già in funzione nella vicina Cadoneghe, dotato di tre rilevatori, che si sono resi utili in alcuni casi di scippo. «Si tratta di un intervento rilevante per la sicurezza del paese - spiega l'assessore al patrimonio, Alberto Fincato -, Con sei nuove telecamere, andrà ad aggiungersi alle sei già installate. Il piano di videosorveglianza entra quindi a pieno regime». I lettori di targa saranno installati all'altezza del sottopasso ferroviario di via Roma e del ponte sul Brenta al confine con Limena. Insieme alle due videocamere saranno sistemato altri 4 occhi elettronici davanti a Villa Zusto, all'altezza della rotatoria di via Marconi, di fronte alle scuole elementari di Saletto e di Terraglione. Non è escluso che un altro dispositivo per la memorizzazione delle targhe possa essere inserito in zona artigianale.

Tutte le telecamere saranno attivate grazie al contributo di 130 mila euro erogato dalla Regione all'Unione dei Comuni del Medio Brenta, che gestisce la polizia locale di Vigodarzere e Cadoneghe (Comune che pure si
doterà di 5 nuove telecamere). «La sorveglianza elettronica non è l'unica iniziativa in programma a favore della sicurezza - annuncia Fincato -. Presto, in collaborazione con i Carabinieri, organizzeremo un incontro pubblico per informare la popolazione anziana sui rischi delle truffe a domicilio».

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro