Menu

Piombino Dese, ciclista travolto e da un Tir sulla Postumia a Vedelago

Adriano Poletto aveva 62 anni ed era sulla via di casa dopo aver compiuto una "sgambata" di alcune ore

PIOMBINO DESE. Ancora sangue sulla Postumia Romana a Vedelago. A perdere la vita ieri, alle 11.30, è stato un ciclista travolto da un autotreno tedesco. Immediati i soccorsi del Suem 118 di Castelfranco. Sul posto è arrivato anche l'elicottero di Treviso, ma Adriano Poletto, 62 anni di Piombino Dese, è morto in ambulanza nella corsa disperata verso l'ospedale di Castelfranco.

Teatro dell'incidente l'incrocio maledetto all'altezza dell'hotel-ristorante Antica Postumia. Poletto con la sua bici stava tornando a casa dopo aver fatto un giro di qualche ora. Arrivava da Fanzolo, giunto all'altezza della Postumia, doveva girare a sinistra verso Treviso. Si è fermato all'incrocio, si è spostato in centro strada percorrendo qualche metro prima di immettersi nella carreggiata. Ed è stato durante lo spostamento nella corsia di destra che è avvenuto l'impatto con l'autotreno che gli arrivava alle spalle.

Alla guida R.C., tedesco di 58 anni. Quaranta metri di frenata per il Man, purtroppo vana. Il ciclista è stato sbalzato in avanti di una decina di metri e la bici ancora di più. Il Tir è stato posto sotto sequestro dalla polizia locale di Vedelago. Traffico bloccato per un'ora.

Qualche minuto dopo l'incidente è arrivato il vicesindaco Marco Perin. Grande il suo dolore per l'ennesima vittima della Postumia e grande la sua indignazione nel vedere una tragedia che si sarebbe potuto evitare,
se la rotonda fosse stata realizzata.

Poletto viveva con la moglie Rosanna e il figlio Massimiliano. A Piombino si era trasferito da Trebaseleghe quattro anni fa. Da qualche anno era in pensione. Autorizzato l'espianto delle cornee. I funerali si svolgeranno probabilmente lunedì.

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro