Menu

LA FUTURA VIABILITA’ DELLA BASSA PADOVANA

Quattro nuove rotatorie lungo la regionale 10

Molto attese quelle previste davanti alla Komatsu e all'incrocio del Ponte della Torre. Il Comune di Este sta già valutando con la Provincia l'idea di una bretella da Carceri al Manfredini

ESTE. Una rotatoria continua. L'amministrazione comunale ha in programma di realizzare lungo la Sr 10 ben sei rotatorie di cui due già realizzate (quella che collega la Sr10 alla zona industriale e quella di via Cesare Battisti) una finanziata (quella davanti la Komastu) e quattro in progetto. «Con questo sistema di rotatorie contiamo di dare una maggiore fluidità al traffico lungo la Regionale 10 - dichiara l'assessore alla Viabilità Stefano Meneghini - contiamo inoltre di risolvere alcuni problemi cruciali che da sempre assillano gli automobilisti, e in particolare gli autotrasportatori, che devono entrare o uscire dalla città, sia all'incrocio della Komatsu che a quello del Manfredini provenienti da Ospedaletto».

Ma vediamo nel dettaglio i progetti. La prima delle quattro nuove rotatorie è prevista all'incrocio con via Zuccherificio, la strada che porta al Tribunale e poi in via Deserto. La seconda è quella già ampiamente preannunciata che sorgerà davanti alla Komatsu, già finanziata dalla Regione Veneto con 260.000 euro sui 540.000 di costo complessivo. I lavori partiranno entro fine anno. La terza è prevista in un altro nodo cruciale di ingresso alla città, ovvero all'incrocio con via Augustea dove alla mattina alle 8 si formano code di auto chilometriche.

La quarta rotatoria sarà costruita a una trentina di metri di distanza da quest' ultima, ovvero davanti il Collegio Manfredini. «Per la rotatoria all'incrocio del Pilastro, con via Augustea, abbiamo presentato domanda in Regione ma non abbiamo ottenuto il finanziamento. Almeno per ora - spiega l'assessore - invece con la Provincia di Padova stiamo ragionando sullo svincolo tra la superstrada e il Manfredini. Quando la Superstrada arriverà a Carceri il traffico si riverserà tutto sulla Sp 91 e quindi sbucherà all'incrocio del Ponte della Torre».
In progetto altre due piccole rotatorie in via Deserto: una all'incrocio con via Callido (zona artigianale) e una seconda all'altezza della concessionaria Volvo.

Splendida cattura nel Brenta. A Codevigo Mario Rebosolan ha pescato nei giorni scorsi un siluro del peso di 74,350 chili e della lunghezza di 182 centimetri. Il pescatore ha impiegato circa 50 minuti per avere
la meglio sulla magnifica preda che gli ha dato parecchio filo da torcere prima di arrendersi. Rebosolan non è affatto nuovo a catture importanti: quest'anno ha già sfiorato diverse volte prede da 50 chilogrammi. Per la pesca del siluro Rebosolan ha utilizzato come esca una cozza d'acqua dolce.

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro