Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Sterza all’improvviso e si schianta

Katia Bisello, 36 anni, di Lozzo Atestino è morta contro un camion

 MONSELICE. Una sbandata improvvisa e senza un apparente motivo. E’ morta così ieri pomeriggio alle 14.15 Katia Bisello, 36 anni, di Lozzo Atestino, commessa nel negozio di famiglia. Aveva approfittato della chiusura dell’esercizio ieri pomeriggio per recarsi a fare spese. Si era messa al volante di una Ford Fiesta e stava viaggiando in direzione del centro di Monselice. Aveva passato la frazione Motta e il bivio per Cà Barbaro. Lungo il rettilineo, qualche centinaio di metri prima di Marend ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

 MONSELICE. Una sbandata improvvisa e senza un apparente motivo. E’ morta così ieri pomeriggio alle 14.15 Katia Bisello, 36 anni, di Lozzo Atestino, commessa nel negozio di famiglia. Aveva approfittato della chiusura dell’esercizio ieri pomeriggio per recarsi a fare spese. Si era messa al volante di una Ford Fiesta e stava viaggiando in direzione del centro di Monselice. Aveva passato la frazione Motta e il bivio per Cà Barbaro. Lungo il rettilineo, qualche centinaio di metri prima di Marendole, l’auto ha scartato improvvisamente sulla sinistra scontrandosi frontalmente contro un camion Volvo 340. L’impatto è stato di una violenza inaudita e la ragazza è morta sul colpo. Dilaniata dalle lamiere contorte dell’automezzo. Dopo l’urto la Fiesta è finita contro la Honda Civic che la seguiva. La regionale 10 è stata chiusa per quasi due ore e il traffico della Bassa è andato in tilt. I flussi di auto sono stati deviati dalla Polizia Locale a Este, all’altezza della rotonda della zona industriale verso Deserto, e a Monselice al semaforo di via Colombo. Sul luogo dello scontro sono intervenuti i vigili di Monselice che hanno effettuato i rilievi e accertato la dinamica dell’incidente. La Bisello procedeva verso Monselice e 100 metri prima di via Ronchi la sua Fiesta è sbandata nell’opposta corsia. Né per sorpassare, né per svoltare. G.P. 67 anni, camionista di Brescia, non ha potuto far nulla per evitarla. Ha solo sterzato di colpo verso destra, verso il ciglio.

Pare che l’autotrasportatore abbia visto la giovane chinare la testa prima dell’impatto, come avesse avuto un malore. L.M., 47 anni, di Vo’, viaggiava dietro alla Fiesta della Bisello al volante di una Honda Civic. Ha visto tutto. Dopo l’urto frontale la Fiesta è rimbalzata all’indietro ed è finita contro la Civic che quindi l’ha tamponata. Le due auto sono finite allineate sulla strada. «La Fiesta era davanti a me da parecchio tempo - ha ricordato L.M. - e lì ha sterzato senza motivo. Difficile dire perché. In precedenza aveva viaggiato sempre normalmente, senza sbandamenti». La ragazza potrebbe aver avuto un malore o magari potrebbe essersi distratta a raccogliere qualcosa in auto. Ma si tratta di ipotesi. La verità difficilmente si saprà. All’incidente ha assistito una donna, che si è sentita male mentre i vigili del fuoco estraevano il corpo della deceduta. Il marito l’ha portata al pronto soccorso. I vigili l’hanno cercata all’ospedale ma non sono riusciti a contattarla. La attendono oggi per una deposizione in merito a quanto visto. In questo senso la invitano a farsi viva. L’incidente di ieri è avvenuto poco distante da dove l’8 febbraio del 2003 perse la vita Davide Pasqualetto, 28 anni, di Este. L’incidente avvenne nel cuore della notte, complice una sbandata. La sua Peugeot 106 invase l’opposta corsia di marcia finendo contro un camion. Ancora sangue lungo la martoriata Sr 10.