Quotidiani locali

Vai alla pagina su Lavoro

Io Lavoro. "Cosa fa e quanto guadagna un tutor dell'orto urbano"

Come far crescere le piante sul proprio balcone. Daniele Taffon lo spiega ai suoi clienti da otto anni, da quando è diventato un "personal trainer" della coltivazione per Campagna Amica di Coldiretti. Ecco l'intervista 

Io Lavoro. "Ecco come si diventa tutor dell'orto" Daniele Taffon, biologo romano, da otto anni è tutor dell'orto urbano per Campagna Amica di Coldiretti: ai suoi clienti insegna come far crescere gli ortaggi nel proprio giardino o sul balcone di casa (di Tecla Biancolatte) Qui l'intervista integrale Io Lavoro, diventa protagonista

"Mai mettere nello stesso vaso pomodori e peperoni". Parola di Daniele Taffon che fa il tutor dell'orto per Campagna Amica di Coldiretti e che abbiamo intervistato per  Io Lavoro, la rubrica dell'Agl e dei giornali locali Finegil dedicata ai lavoratori che hanno voglia di raccontarsi.

leggi anche:

d

Reinventarsi a 60 anni: storie da "Io Lavoro"

La capacità di aggiornarsi e di essere disposti a cambiare. A qualsiasi età. Ecco cosa accomuna gli oltre 40 lavoratori protagonisti della nostra rubrica dedicata ai mesteri. "Il talento è la curiosità, l'intelligenza di capire che la formazione è la chiave per il successo". Lo dice Giovanni Lo Storto, direttore generale della Luiss

 Daniele, biologo quarantenne, da otto anni insegna agli altri come coltivare ortaggi nei giardini e nei balconi di casa. E' molto richiesto anche nelle scuole e nei centri anziani. Perché, a qualsiasi età, l'orto piace: secondo Coldiretti ben sei italiani su dieci ne coltivano uno.

Daniele, quella per l'orto è una passione passeggera o destinata a restare?
Dietro questa passione c'è la voglia di arredare casa, di averla bella verde, colorata, ma soprattutto c'è la voglia di sapere quello che si mangia. Non credo proprio sia una moda passeggera, ma credo sia un'esigenza forte legata al voler mangiare sano, al voler sapere la provenienza stia entrando sempre più nella nostra cultura. La voglia di chilometro zero è un trend in crescita, il nostro Paese è un grande laboratorio del cibo e il personal trainer dell'orto può aiutare questa passione.

Cosa fa un tutor dell'orto?
Il tutor dell'orto è un professionista che va a casa della gente a cui insegna a fare l'orto. I clienti sono dei neofiti, persone non preparate sulla materia. Il tutor non è un semplice giardiniere ma un insegnante vero e proprio che segue la crescita delle piantine finché il cliente non impara a seguirle da solo. 

Che preparazione si deve avere per diventare un insegnante dell'orto?
Io sono biologo. Le figure professionali che maggiormente diventano tutor sono gli imprenditori agricoli e gli ortovivaisti che oltre a vendere i prodotti insegnano a coltivarli; gli architetti che aggiungono alla ricerca estetica le competenze sulle culture; abbiamo anche figure non laureate come i diplomati in istituti agrari.

Quanti tutor dell'orto lavorano per Coldiretti?
In tutto sono 70, sparsi in tutta Italia che sono pronti su appuntamento a visitare gli spazi e a presentare un progetto.

Chi sono i vostri clienti?
Normali cittadini che vogliono uno spazio verde sul balcone  che vogliono consigli a iniziare dalla scelta dei vasi che devono essere possibilmente di terracotta e non di plastica che non fa respirare le radici. Poi ci sono le scuole, gli insegnanti che vogliono avviare un progetto con gli studenti, i centri anziani, ma anche le associazioni che gestiscono uno spazio pubblico strappato all'incuria.

In quali parti d'Italia c'è più domanda?
Arriva maggiormente dove c'è più urbanizzazione. Arrivano richieste dai grandi centri urbani, quindi di più dal Nord e dal Centro Italia.

Quanto deve essere grande un balcone per coltivarci un orto?
Basta anche uno spazio piccolo, perché si può fare un orto verticale e possono bastare anche cinque vasi per piantare pomodori, basilico, salvia, rosmarino, timo. I vasi possiamo anche ricavarli da materiali riciclati come vecchi scolapasta. L'importante è che lo spazio non sia esposto a nord e che non sia colpito da venti, soprattutto se provenienti da nord e da est, in questo caso è opportuno usare delle protezioni.

Qual è la spesa per avviare un orto sul proprio balcone?
Per un balcone di due metri per tre si parla di una spesa di 200 euro. Bisogna acquistare i vasi di terracotta, terriccio - possibilmente biologico -  e le piante. Poi ci sono una serie di oggetti come guanti e rastrelli. Si tratta di una spesa iniziale che viene ammortizzata nel tempo.

Quanto si guadagna facendo il tutor dell’orto, c'è un tariffario?
C'è un tariffario di 20 euro più Iva all'ora, esclusi tutti i mezzi tecnici di produzione. I personal trainere dell'orto possono fare lezioni settimanali di due o tre ore, anche per periodi lunghi di un anno o di un anno e mezzo, a seconda del progetto. Il guadagno può essere una buonissima integrazione rispetto a un'altra professione che si porta avanti. Per questo molti tutor sono ortovivaisti: vendono e insegnano. Ad oggi insomma non si arriva a fine mese facendo esclusivamente il tutor dell'orto. Ma nel tempo, se continua ad aumentare la domanda, potrebbe diventare un vero e proprio mestiere.

Tre consigli su come far crescere un orto nel proprio giardino o balcone.
Primo: la terra deve essere buona, biologica, molto nutriente e va cambiata ogni anno a causa dell'inquinanemnto. Secondo: il dosaggio delll'acqua è fondamentale, il terreno deve essere umido ma mai allagato. Terzo: vanno abbinate bene le piante perché alcune vanno d'accordo altre no, e si tolgono il nutrimento a vicenda. Per esempio il pomodoro va benissimo con il basilico ma mai metterlo con il peperone.

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics