Quotidiani locali

Vai alla pagina su Benessere
Family Health”, l'archivio digitale per conservare i propri documenti sanitari

"Family Health”, l'archivio digitale per conservare i propri documenti sanitari

La realizzazione è stata curata da un comitato scientifico composto da una trentina di specialisti in diverse branche della medicina. Dopo la registrazione online su www.familyhealth.it, si ha a disposizione una casella personale in cui caricare i documenti, fotografati o scannerizzati, i dati sanitari e non solo

Referti, analisi, certificati vaccinali, ricoveri ospedalieri: sono molti i documenti sanitari che ciascuno di noi accumula nel corso degli anni, e che magari non si trovano più quando servirebbero, per esempio in occasione di una nuova visita. Raccoglierli in un luogo unico, a cui poter accedere in ogni momento e che è possibile condividere con i medici è l’obiettivo di “Family Health” ( www.familyhealth.it ), un archivio digitale dove gli utenti possono caricare e conservare tutti i propri documenti sanitari, con la possibilità di suddividerli in cartelle cliniche personalizzabili in base alla propria storia medica: ad esempio, classificandoli in base al tipo di patologia e al percorso di cura seguito.

Il progetto, presentato a Milano, è stato sviluppato da Biomedia, un’azienda specializzata nell’organizzazione di eventi formativi e iniziative digitali in ambito sanitario: la sua realizzazione è stata curata da un comitato scientifico composto da una trentina di specialisti in diverse branche della medicina, e ha ricevuto il patrocinio di numerose associazioni scientifiche e mediche.

Un momento della presentazione di...
Un momento della presentazione di familyhealth.it

Il servizio è completamente gratuito e «assolutamente sicuro: tutti i documenti inseriti saranno criptati e accessibili soltanto all’utente», ha spiegato il presidente di Biomedica, Giuseppe Agosta.

Una volta effettuata la registrazione online sul portale www.familyhealth.it , gli utenti avranno a disposizione una “casella” personale (o “Fascicolo sanitario digitale”) in cui poter caricare – dopo averli scansionati oppure fotografati – tutti i propri documenti e dati sanitari, ordinarli in cartelle in base alle specialità, e inoltre raccogliere anche i dati della storia clinica dei partenti, così da registrare eventuali familiarità che aumentano i rischi di sviluppare alcune malattie.

Un’altra parte del progetto, poi, comprende anche un magazine online redatto medici, nutrizionisti e psicoterapeuti. «Il lancio di questo servizio – ha detto ancora Agosta – corona quattro anni di lavoro e offre la possibilità alle persone di avere un luogo dove conservare e ordinare tutta la propria storia clinica: qualcosa di fondamentale per prendersi cura di se stessi e mettere in atto una valida prevenzione, e che avrà ricadute positive anche sul sistema sanitario».

Il sito, ha aggiunto durante la presentazione Roberto Burioni, virologo in prima linea nella lotta alle bufale sulla nocività dei vaccini, «è uno strumento importantissimo, che finalmente dà la possibilità di usare Internet non per cercare informazioni sciocche, ma per uno scopo utile come quello di avere a disposizione i propri dati sanitari in ogni momento – anche quando si va in viaggio, per fare un esempio – e di trasmettere in maniera più comoda e moderna le informazioni dal paziente al medico».

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista