Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Melegatti, i lavoratori manifestano contro il fallimento

A rischio cinquanta posti di lavoro, più tutto l'indotto. La prima asta partiva da 15 milioni ora il vaolore di vendita del gruppo che ha inventato il Pandoro è scesa a 13 mln e mezzo

VERONA. «Melegatti lavoro, diritti e dignità». Con questo striscione davanti al municipio di San Giovanni Lupatoto (Verona) questa mattina i lavoratori dell'azienda dolciaria hanno partecipato a una manifestazione organizzata da un gruppo di consiglieri comunali d'opposizione a sostegno dei dipendenti di Melegatti, dichiarata fallita lo scorso 29 maggio e al centro di una tormentata vicenda per il suo salvataggio.

«La seconda procedura per la vendita all'asta - ha spiegato Massimo Giarola, co ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

VERONA. «Melegatti lavoro, diritti e dignità». Con questo striscione davanti al municipio di San Giovanni Lupatoto (Verona) questa mattina i lavoratori dell'azienda dolciaria hanno partecipato a una manifestazione organizzata da un gruppo di consiglieri comunali d'opposizione a sostegno dei dipendenti di Melegatti, dichiarata fallita lo scorso 29 maggio e al centro di una tormentata vicenda per il suo salvataggio.

«La seconda procedura per la vendita all'asta - ha spiegato Massimo Giarola, consigliere comunale d'opposizione e promotore dell'iniziativa - ha fatto scendere a 13 milioni e mezzo di euro la base d'asta e viene espressamente indicato che saranno avviate le procedure di licenziamento collettivo dei dipendenti, attualmente in Cassa integrazione straordinaria».

«Quindi questa iniziativa - ha aggiunto - vuole tenere alta l'attenzione perché ci sono 50 famiglie che vivono giornate drammatiche, oltre a quelle dei lavoratori dell'indotto, che non sono pochi». «Qualsiasi iniziativa a salvaguardia dei posti di lavoro è appoggiata dall'amministrazione comunale - ha detto il sindaco di San Giovanni Lupatoto, Attilio Gastaldello -, il problema dei lavoratori di Melegatti è molto sentito, ma c'è preoccupazione anche per l'azienda, perché non ci sia uno smembramento e un mero interessamento al marchio». «Azienda significa tradizione, storia, qualità, ma anche e soprattutto lavoro» ha concluso il sindaco Gastaldello.