Quotidiani locali

Vai alla pagina su Nordest Economia
Porti dell'Alto Adriatico, prove per gioco di squadra

Porti dell'Alto Adriatico, prove per gioco di squadra

Il presidente del Porto di Venezia scrive ai colleghi di Trieste, Ravenna, Capodistria e Fiume. Obiettivo: rilanciare Napa e fare sistema per contare di più in Europa. "Il ribilanciamento della rete di trasporto dell'Unione europea per rafforzare i Paesi del sud e i loro porti, la necessità di estendere il nostro bacino d’utenza dei container" alcuni dei temi su cui fare fronte comune

VENEZIA - Porti del Nord Adriatico: "facciamo squadra per essere più forti in Europa".

E' il presidente del Porto di Venezia Pino Musolino ad aver inviato oggi, 2 ottobre, ai colleghi dei porti di Trieste, Ravenna, Capodistria (Slovenia) e Fiume (Croazia) appartenenti all’Associazione NAPA (North Adriatic Ports Association), una lettera con richiesta di incontro per un confronto utile a rilanciare le attività dell’associazione "con l’obiettivo di essere, assieme, più forti in Europa".

"È giunto il momento di rilanciare l’Associazione NAPA e renderla uno strumento efficace per raggiungere i nostri comuni obiettivi di sviluppo portuale. Da quando l’associazione è stata creata - scrive Musolino - , sono cambiate molte cose a livello globale nel settore portuale e marittimo; credo fermamente che il NAPA abbia bisogno di essere riformato per poter rispondere puntualmente alle nostre esigenze ed aiutare tutti noi a far fronte alle future complessità. Nuove sfide ci si pongono davanti e ci sono nuove opportunità da cogliere per l'intera area del Nord Adriatico".

"L'iniziativa O.B.O.R. avrà certamente un impatto sui traffici tra l'Europa e l'Estremo Oriente, il ribilanciamento della rete di trasporto dell'Unione europea per rafforzare i Paesi del sud e i loro porti, la necessità di estendere il nostro bacino d’utenza dei container sono solo alcuni dei settori in cui dovremo combattere per difendere il nostro ruolo nel mercato europeo e per aumentare il nostro peso nel sistema economico e dei trasporti dell'UE. Sono consapevole che negli ultimi anni la gestione del NAPA non è stata un compito facile, le contrapposizioni tra gli scali non hanno aiutato la creazione di un percorso comune per una crescita sostenibile e a lungo termine. Con questa lettera voglio sottolineare il mio impegno personale per cambiare questa trend e farò del mio meglio per portare nel NAPA un nuovo approccio, basato su una cooperazione chiara e sulla condivisione di idee e iniziative."

"Sono profondamente convinto che il NAPA rappresenti una grande opportunità per discutere, analizzare, indagare e condividere le migliori pratiche e idee, e soprattutto, che sia lo strumento più efficace per portare all’attenzione delle istituzioni europee, e in generale degli organismi internazionali, l’opinione dei porti del Nord Adriatico. Per questo - conclude il presidente -, vorrei proporre di convocare una riunione ad alto

livello di tutti i membri del NAPA per discutere più approfonditamente delle idee, opportunità, sfide e potenziali minacce con l’obiettivo di incardinare una nuova pietra miliare per l’Associazione, affinché possiamo tutti guardare avanti verso nuovi e ambiziosi obiettivi per i nostri porti".

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista