Abbattuta la statua della Gatta da un furgone in retromarcia

La storica statua davanti alla chiesa di Sant’Andrea è stata distrutta da una errata manovra di un camionista che stava consegnando della merce. Il mezzo era privo di permessi

    PADOVA. La statua della gatta davanti alla chiesa di Sant’Andrea è distrutta. L’incidente è avvenuto intorno alle 13, quando un camionista che trasportava merce da consegnare a un negozio poco lontano in retromarcia ha urtato la colonna della statua e ha buttato giù la «gatta».

    Il monumento segnava tradizionalmente il punto più alto della città: era un un rozzo leone in pietra preso come trofeo di guerra alla rocca di Este nel 1209 dagli abitanti del quartiere. Quando il leone, alla fine dei conflitti, venne restituito, ne fu fatta fare una copia.

    Dopo essere stato abbattuto più volte, nel 1989 la gatta era stata ricomposta dallo scultore padovano Antonio Pennello. Già qualche anno fa un furgone aveva colpito la colonna, senza però abbatterla.

    Il sindaco Rossi: "Camioncino non aveva permessi". Il camion che ha abbattuto la "gatta" non aveva i permessi per entrare in quell'area, che è a tutti gli effetti pedonale. Lo svela il sindaco Ivo Rossi, che ha convocato per venerdì una riunione tecnica: "Verrà presentato un piano di accesso alla zona piazze e al Listòn ancora più stringente di quello già attivo". Leggi l'intero intervento e commenta

    L'assessore Colasio: "Sarà restaurata in pochi mesi". "E' un'idiozia far muovere i camion in posti come questo". Sconcertato e abbattuto l'assessore alla cultura Andrea Colasio, che promette: "Fotograferemo i pezzi e la gatta sarà restaurata in pochi mesi". Guarda il video e commenta

    Legambiente: "Sfregio gravissimo, stop ai camion in centro". Parla di "sfregio gravissimo" il presidente padovano di Legambiente Andrea Ragona che chiede al comune di fermare il passaggio dei mezzi commerciali in centro storico, spostando le merci con mezzi elettrici o con il trasporto in bici attivato lo scorso anno. Leggi e commenta l'intervento

    Bitonci: "Non è stata recintata dopo gli incidenti". Accusa la giunta il senatore leghista Massimo Bitonci, che spiega: "Dopo gli incidenti degli anni scorsi nessuno ha pensato a recintare il monumento. Ora indaghi la corte dei conti". Leggi e commenta l'intervento

    De Poli: "Regole per evitare che si ripetano incidenti". "Serve una riflessione sull'utilizzo dei nostri centi storici", è l'opinione del senatore dell'Udc Antonio De Poli, che invita a pensare a divieti più stretti per camion e mezzi commerciali per evitare il ripetersi di simili incidenti. Leggi e commenta l'intervento

    23 settembre 2013

    Lascia un commento

    Casa di Vita

    Barrette di riso soffiato e albicocche secche

    Altri contenuti di Cronaca

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Negozi

    ilmiolibro

    Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana

     PUBBLICITÀ