Sofia sarà madrina alla Fenice: «Ma non chiamatemi Belen»

La modella mestrina che spopola sul web non ci tiene a somiglianze e confronti. Intanto per lei potrebbe prepararsi un debutto in grande stile, a Carnevale

    di Anna Sandri

    VENEZIA. Volete fare felice questa splendida ragazza? Non paragonatela a Belen: «A parte che la somiglianza non la vedo, non mi sembra carino nei suoi confronti. Lei è una con due palle così, è unica ed è normale che sia così. E poi non va bene nemmeno per me: partire come quella che assomiglia a Belen vorrebbe dire essere sempre seconda».

    Sofia Valleri rifiuta il titolo di “Belen italiana”, che però è quello che l’ha fatta spopolare sul web: «Il fatto non sussiste» assicura, un po’ perché studia Giurisprudenza, e un po’ perché con una mamma avvocato penalista il linguaggio delle aule giudiziario lo ha bevuto con il latte. Lei si sente, molto più semplicemente, Sofia: «la ragazza della crisi», nel senso greco del termine (anche il greco lo ha poppato, sono le origini della mamma, in più c’è anche un papà filosofo, insomma un concentrato di saggezza), quindi «la ragazza della rinascita, quella che può dimostrare alle altre ragazze come me che nella moda, nella pubblicità, in questo mondo di sfilate e spot eccetera, puoi vivere e lavorare con assoluta onestà, senza compromessi di alcun tipo, guardandoti allo specchio senza sputarti addosso e guardando negli occhi i tuoi genitori senza doverti vergognare di nulla».

    Perfetto. Ma parliamo di quando la vita prende certe rincorse: «Non posso dire niente. Non so nulla, non ho firmato nulla. Sono corretta e anche un po’ superstiziosa». Parliamo noi per lei: Sofia Valleri potrebbe essere molto presto sul palco della Fenice a Venezia. Siccome non canta (non così bene, almeno), escluso il cast di un’opera lirica vien da pensare che potrebbe essere madrina di qualcosa. Per esempio, del galà di Carnevale, quello che prende il posto del Ballo della Cavalchina. I tempi di crisi, Sofia lo ha appena detto, sono quelli delle opportunità e della rinascita: tagliati i fondi, lasciato a casa lo storico cavallo, ecco che la Fenice potrebbe avere una splendida madrina fino a ieri nemmeno immaginata. Il contatto c’è stato, le parti tacciono, è un due più due ma potrebbe essere proprio questa la prima uscita ufficiale della giovane modella, per consegnare i premi della serata (solitamente conferiti a personaggi che hanno dato lustro alla cultura). Un modo molto lussuoso per festeggiare il compleanno: Sofia il primo febbraio compie 22 anni. «La maestra mi chiamava “signorina coriandoli”, per il fatto che sono nata in tempo di Carnevale, e poi perché sono una piuttosto spumeggiante».

    In questi giorni Sofia Valleri è a Mestre, ma ormai ha trasferito la sua residenza a Milano. Ha completato anche il trasferimento all’Università, lasciando Treviso dove aveva iniziato gli studi di Giurisprudenza e dove molti compagni di corso si ricordano di lei.

    Questi giorni sono molto intensi, il suo cellulare arriva a sera sfiancato, al fan club non riesce più a stare dietro. Di tanta notorietà è impressionata ma anche felice: vorrebbe solo rimettere in ordine il presupposto. «A Belen non assomiglio per niente e credetemi, non è una critica nei suoi confronti. È solo che lei è lei, io sono io».

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    27 gennaio 2013

    Lascia un commento

    Casa di Vita

    Tisana contro il mal di pancia per grandi e piccini

    Altri contenuti di Cronaca

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Negozi

    ilmiolibro

    Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.

     PUBBLICITÀ