Ora i carabinieri analizzano le concessioni edilizie della casa

     S. GIUSTINA IN COLLE. I carabinieri ieri mattina sono andati in Comune per fotocopiare la concessione edilizia rilasciata a suo tempo alla famiglia Carraro per costruire la loro villa di via Sant'Antonio 30. Si tratta di una concessione risalente agli anni '70. La documentazione servirà agli inquirenti per capire se l'abitazione nel corso degli anni è stata in parte modificata, se l'impianto di riscaldamento fu fatto a regola d'arte. Le indagini sono mirate a verificare se nella morte del giovane Alessandro Carraro e della zia Ivetta vi sia responsabilità di terzi. «Mia cognata Ivetta era pignola in tutto, non può aver omesso di controllare la caldaia - dichiara Mariella Carraro - i pompieri parlavano di un'anomalia della canna fumaria». (g.a.)
    28 ottobre 2010
    Casa di Vita

    Torta di pere e frutta secca

    Altri contenuti di Cronaca

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Negozi

    ilmiolibro

    Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.

     PUBBLICITÀ